Aceto Balsamico

Il vero Aceto Balsamico è una delle specialità italiane famose in tutto il mondo e stabilisce in cucina uno standard di qualità unico. Nel nostro negozio online ci sono Aceti Balsamici di alta qualità - Tradizionali DOP e IGP di Modena - e creme balsamiche di qualità.

Continua a leggere

per pagina
Visualizza 1 - 12 di 43
Visualizza 1 - 12 di 43

Cosa è in realtà il "Balsamico"?

Con il termine "Aceto balsamico" si intende l'aceto ottenuto dal mosto d'uva bollito, che subisce un lungo processo di stagionatura. Questo è chiamato "Balsamico Tradizionale DOP". Se l'aceto di vino viene aggiunto al mosto d'uva bollito, è "balsamico IGP". Entrambi gli aceti sono specialità della regione settentrionale italiana dell'Emilia-Romagna, la cui origine è garantita dalla denominazione di origine protetta (g.U., DOP italiano) o dall'indicazione geografica protetta (g.g.A., IGP italiano).

☝ Queste sono le caratteristiche del vero aceto balsamico:

  • Colore e consistenza → riconoscibili alla vista
  • Aroma → percepibile dall'olfatto
  • Sapore → rilevabile durante la degustazione

Colore e densità

Tipico del vero Aceto Balsamico è il suo brillante colore marrone scuro. Se fate circolare l'aceto balsamico per alcuni secondi in un vaso e poi fermarsi, si noterà che le diapositive liquidi molto lentamente sulla parete di vetro. Questa è un'indicazione della loro densità e viscosità: più sono grandi, maggiore è la resistenza che il liquido produce al movimento rotatorio del vetro.

Un vero aceto balsamico - con la denominazione di origine DOP o IGP - non può mai essere bianco o brillante.

Al contrario, in un marrone scuro aceto balsamico possibile che non è provvisto di una / sigillo DOP IGP e l'aggiunta di "di Modena" o "di Reggio Emilia".

Il vero Aceto Balsamico, d'altra parte, deve necessariamente portare uno di questi due sigilli. Inoltre, "balsamico Aceto DOP" non può contenere additivi, mentre per i prodotti con IGP-sigillo l'aggiunta di coloranti (soprattutto E150, così caramello) è consentita una certa misura.

Profumo

Il profumo dell'aceto balsamico è solitamente descritto dalle parole "odore di cotto", dovuto alla lunga maturazione del mosto cotto in botti di legno. Aggiungete a ciò una nota fruttata, che viene percepito con l'olfatto. Per percepire il profumo del balsamico, si dovrebbe far oscillare l'aceto in una coppa, in modo che i diversi componenti dell'aroma possano evaporare più facilmente, mantenendo il naso oltre il bordo del bicchiere.