Filtra per

Invecchiamento

Invecchiamento

Produttore

Produttore

Prezzo

Prezzo

  • 42,00 € - 116,00 €

Aceto Balsamico Tradizionale di Modena DOP al miglior prezzo

Aceto Balsamico Tradizionale (con marchio DOP)

L’aceto balsamico tradizionale con marchio DOP è il miglior aceto balsamico che puoi comprare. Il lungo invecchiamento (12 o 25 anni) in botti di legno di alta qualità conferisce all’aceto balsamico tradizionale un gusto davvero inconfondibile. Viene prodotto esclusivamente a Modena o a Reggio Emilia.

Continua a leggere

Filtri attivi

L’aceto Balsamico Tradizionale è solo DOP

L'aceto balsamico italiano definito Aceto Balsamico DOP viene anche chiamato Aceto Balsamico Tradizionale con abbreviazione ABT. È una specialità italiana di altissima qualità e con una denominazione di origine protetta. Lo si può riconoscere dal marchio DOP: "DOP" sta per "Denominazione d'Origine Protetta".

L'Aceto Balsamico Tradizionale è una di quelle specialità più imitate in tutto il mondo.

Per beneficiare del sigillo di approvazione, l'aceto balsamico previsto può essere ottenuto solo dalla maggior parte delle uve cotte dalle province di Modena e Reggio Emilia.

L'aceto balsamico deve essere prodotto, conservato e imbottigliato con il metodo tradizionale.

Caratteristiche dell'Aceto Balsamico Tradizionale DOP

Vediamo le caratteristiche di un Aceto Balsamico Tradizionale con marchio DOP:

  • viene ottenuto esclusivamente dal mosto di uva, non sono ammessi additivi . Le varietà principali sono Lambrusco e Trebbiano.
  • deve maturare in botti di legno per almeno 12 anni; per il dop balsamico con l'aggiunta " extravecchio " ("molto vecchio") esiste un periodo di maturazione minimo di 25 anni . Il processo di maturazione si
  • svolge nelle acetaie della zona di origine.
  • può essere imbottigliato solo nelle bottiglie speciali da 100 ml da aziende autorizzate.
  • deve essere esaminato da un panel di assaggiatori specializzati che decide il punteggio assegnato con il sigillo di qualità.

L'Aceto Balsamico Tradizionale è riconoscibile dal marchio DOP, che è numerato. Sulla bottiglia è presente il logo della società di imbottigliamento autorizzata e quella dell’acetaia produttrice.

Le Acetaie

L'aceto balsamico con marchio DOP viene tradizionalmente prodotto in acetaie. Le acetaie in cui viene prodotto l’aceto balsamico tradizionale si trovano nell'area della città di Modena o di Reggio Emilia.

Originariamente, le acetaie di Modena e i villaggi circostanti erano situati agli ultimi piani di palazzi nobiliari, i cosiddetti "tasèl". Il motivo? Fino al XIX secolo la produzione di aceto balsamico era riservata ai membri di famiglie nobili!

Negli ultimi 200 anni, tuttavia, la produzione di aceto si è gradualmente fatta strada in famiglie non nobili, dove inizialmente era gestita per il proprio consumo. Come vedremo in seguito, il fatto che l'aceto balsamico tradizionale sia prodotto in soffitta è un fattore chiave della qualità dell'aceto balsamico: le grandi differenze di temperatura tra il giorno e la notte e durante le diverse stagioni permettono di ottenere un aceto balsamico di altissima qualità.

Acetaia Giuseppe Giusti

☝ Il nostro consiglio: se vi trovate a passare a Modena, Reggio Emilia o nei dintorni, cogliete l'occasione per visitare uno dei numerosi produttori di aceto in loco, come Giusti, i Solai o il Borgo del Balsamico. Molti di loro offrono ai visitatori l'opportunità di provare deliziose ricette a base di aceto balsamico.

Maturazione in botti di legno

L'aceto balsamico tradizionale è maturato in una batteria di almeno cinque botti di legno. Secondo il regolamento DOP, le botti in cui matura l’aceto devono essere di legno pregiato della regione.

IMG

Tradizione vuole che il numero delle botti è sempre dispari. Le singole botti hanno ciascuna una dimensione e una capacità diversa.

Non esiste una spiegazione univoca e chiara del perché originariamente il numero di botti doveva essere sempre dispari. Invece la ragione del fatto che la batteria fosse composta da almeno cinque botti è che inizialmente venivano utilizzati almeno 5 tipi di legno diversi.

Ai giorni nostri, la grande maggioranza delle botti di legno in cui l'aceto balsamico tradizionale viene invecchiato sono in rovere o in castagno.

Il regolamento DOP permette di produrre l’aceto balsamico anche in nelle seguenti qualità di legno:

  • gelso
  • ciliegio
  • ginepro
  • frassino
  • robinia

Tradizionalmente le botti non vengono tenute in una cantina, come quelle del vino, ma in soffitta. Il motivo per cui l’acetaia viene messa in soffitta sono le variazioni climatiche stagionali e le conseguenti oscillazioni della temperatura.

In estate la soffitta, trovandosi immediatamento sotto il tetto, è l’area più calda della casa. Le alte temperature permettono la formazione dei microrganismi indispensabili alla fermentazione dell’aceto. Le rigide temperature invernali, invece, la rende il luogo ideale per la maturazione e la decantazione dell'aceto balsamico tradizionale.

Non dimenticare che l’aceto balsamico tradizionale ha un periodo di invecchiamento minimo di 12 anni. Ben diverso è il caso dei balsamici di Modena IGP, che hanno un affinamento minimo di 60 giorni. Questo spiega anche la grande differenza di prezzo: il balsamico tradizionale di Modena costa mediamente dieci volte tanto un aceto balsamico di Modena IGP. La differenza però non è certamente solo nel prezzo, ma nel gusto del balsamico tradizionale, davvero unico e prelibato!

Aceto balsamico tradizionale di Modena (Balsamico ABTM)

L’aceto balsamico tradizionale di Modena è un aceto balsamico DOP, quindi di origine protetta. A differenza dell’aceto balsamico IGP, l’aceto balsamico tradizionale di Modena può essere prodotto solo nella provincia di Modena e dai mosti dell’uva locale.

La sua abbreviazione è Balsamico ABTM. Le lettere “ABT” stanno per "Aceto Balsamico Tradizionale", mentre la “M” finale sta per “Modena”.

Aceto balsamico tradizionale di Reggio Emilia (Balsamico ABTRE)

Come abbiamo detto sopra, le prime tre lettere delle abbreviazioni sopra (ABT) stanno per "Aceto Balsamico Tradizionale". Se questo pregiatissimo 'aceto è stato prodotto nella città di Reggio Emilia o nella sua provincia, l'abbreviazione completa è balsamico tradizionale ABTRE. Le lettere "RE" stanno infatti per Reggio Emilia. Anche in questo caso si tratta di un balsamico dop, la cui origine viene rigorosamente protetta

Differenze tra il balsamico tradizionale di Modena e quello di Reggio Emilia

Il processo di trasformazione del mosto d'uva in aceto balsamico è quasi identico. Anche il tempo minimo di maturazione (12 mesi) è identico per entrambi questi balsamici DOP. Tuttavia, ci sono alcune minime differenze tra gli aceti balsamici tradizionali, che riguardano:

  • il processo di cottura del mosto d'uva,
  • l'acidità dell'aceto balsamico,
  • la densità, misurata in grammi per litro (g/l),
  • la forma delle bottiglie,
  • le etichette o gli adesivi, il cui colore indica il livello di qualità del rispettivo aceto balsamico (vedere la tabella seguente)
  • gli organi di controllo.

I livelli di qualità: leggi bene l'etichetta!

Per entrambi gli aceti balsamici con sigillo DOP - Aceto Balsamico Tradizionale di Modena (ABTM) e Aceto Balsamico Tradizionale di Reggio Emilia (ABTRE) - esistono diversi livelli di qualità. La qualità di un aceto balsamico tradizionale viene stabilita da assaggiatori professionisti. Questi valutano ogni aceto balsamico usando una scala di punti che varia da 229 a 400 punti. Tutti gli aceti balsamici che puoi acquistare nel nostro shop online hanno un sigillo di approvazione.