Olio Extravergine di Oliva Toscano

Un ampia selezione di oli Extravergine d'oliva, spremuti a freddo, della Toscana.

Continua a leggere

Visualizza 1 - 5 di 5
Visualizza 1 - 5 di 5

In Toscana non vengono prodotti solo vini molto famosi come il Chianti Classico o il Brunello, ma anche l'Olio Extravergine di oliva di alta qualità, che in uesta regione ha una tradizione millenaria.

Viaggiando in Toscana si possono ammirare ulivi secolari che si ergono maestosi nel paesaggio, e i vasti uliveti che ricoprono le dolci colline toscane. Continuando a leggere troverai ulteriori informazioni sulle caratteristiche particolari dell'olio extravergine d'oliva toscano, su dove e come nasce e potrai scoprire gli oli d'oliva di alta qualità!

Varietà di olive e principali caratteristiche dell'Olio Extravergine d'oliva toscano

L'Olio Extravergine d'oliva toscano viene prodotto principalmente dalle varietà locali di oliva Moraiolo e Frantoio. È caratterizzato dalla sua fragranza fresca e fruttata e dal suo colore giallo dorato, che spesso ha sfumature verde smeraldo. All'assaggio si sentono aromi di erba appena tagliata, carciofi e naturalmente olive verdi. Questo è accompagnato da una nota acidula, leggermente amarognola, soprattutto quando l'olio è stato appena prodotto: è attualmente apprezzato dagli stessi olivicoltori, che nel tempo durante e dopo la raccolta vogliono semplicemente assaggiare il nuovo olio con un pezzo di pane bianco fresco oppure con una fetta di pane tostatoper provare la qualità della nuova annata! Non c'è modo migliore per gustare l'olio d'oliva: provalo!

Vincitore del test Gambero Rosso : Olio extravergine di oliva MORAIOLO di FRANCI

Come gustare questo olio extravergine d'oliva? Alcuni consigli

Abbiamo già detto il migliore e allo stesso tempo il modo più semplice per gustare il gusto unico dell'olio extravergine d'oliva toscano: basta far cadere qualche goccia su pane bianco fresco o leggermente tostato. Ora bisogna provare ad aggiungere qualche pomodorino e qualche foglia di rucola o basilico per ottenere una bella e semplice Bruschetta: un antipasto perfetto, per il quale esistono anche molte altre più ricette. Naturalmente, l'olio extravergine d'oliva è ottimo anche per le insalate, come condimento leggero, gustoso e salutare.

L'Olio Extravergine di oliva ha un posto fisso come condimento nella cucina toscana per condire alcune sostanziose zuppe come la famosa Ribollita, tipica zuppa di verdure toscane, o per condire grigliate o stufate carne come il tradizionale "Stracotto del Chianti", un arrosto in salsa di vino del Chianti. In tutti questi casi, mettete alcune gocce di olio d'oliva poco prima di servire sul piatto finito per dargli un tocco di sapore speciale. Fate una prova!

La produzione dell'olio extravergine di oliva in Toscana: una breve panoramica

Quanto olio d'oliva viene effettivamente prodotto in Toscana e quando e come vengono raccolte le olive? - Ecco alcune informazioni e alcune cifre: il fatto che l'olio d'oliva toscano sia molto famoso e conosciuto, può però trarre in inganno riguardo alla percentuale totale dell'olio toscano rispetto alla totatle produzione italiana; questa infatti risulta piuttosto piccola: a causa del clima invernale più freddo rispetto alle regioni dell'Italòia meridionale, questa rappresenta solo il 4-5% della produzione italiana di extravergine. La Puglia, ad esempio, da sola produce oltre la metà delle olive prodotte in Italia: il 51%!

Durante la stagione 2014/15 ad esempio sono state prodotte 222.000 tonnellate di olio d'oliva in tutta Italia, di cui poco più di 6000 tonnellate sono state prodotte in Toscana. Questo raccolto ridotto, causato da condizioni meteorologiche sfavorevoli e da danni ingenti a causa della mosca olearia, è stato seguito da un buon raccolto l'anno successivo. Nel 2015/16, la produzione è salita a 474.620 tonnellate in tutta Italia e 19.202 tonnellate in Toscana - un aumento del 113,8%.

La raccolta delle olive viene effettuata da metà ottobre a metà dicembre, con il peridodo di raccolta principale che cade nel mese di Novembre. I produttori di piccole e medie dimensioni, che prestano molta attenzione all'alta qualità e al gusto genuino, effettuano sempre la raccolta a mano: Le olive vengono raccolte direttamente dall'albero, e raccolte in reti precedentemente posate sul terreno. Un altro metodo tradizionale per la raccolta è la brucatura: i rami egli ulivi vengono battuti con dei lunghi bastoncini per permettere la caduta delle olive. Gli agevolatori meccanici sono peròi tabù per i produttori di olio d'oliva toscani attenti alla qualità!

Olio Extravergine di oliva toscano BIO

Produttori toscani di olio Extravergine d'oliva: alcuni dei migliori produttori

Uno dei produttori più famosi della Toscana, nella provincia di Siena, è Bardi Carraia : il nome dell'azienda è costituito dal cognome del proprietario, Franco Bardi, e quello del suo frantoio. Le olive provengono da ulivi secolari che crescono sulle colline intorno a Siena.

Un po 'più a nord, a metà strada tra Firenze e Siena, ci sono gli uliveti della famiglia Alfani, che vendono i loro oli pluripremiati con l'etichetta I Greppi di Silli - incluso l'Extravergine Monocultivar Leccio del Corno, ottenuto esclusivamente dalla rarissima varietà di olive omonime.

Olio d'oliva monocultivale toscano LECCIO DEL CORNO

Anche nella provincia di Firenze, più precisamente sul Montalbano, si trova la Tenuta Cantagallo. È gestito dalla famiglia Pierazzuoli , che produce Olio Extravergine anche nella Tenuta le Farnete

Più a sud/ovest, su una pittoresca collina vicino a Montenero d'Orcio, in Maremma, c'è il Frantoio Franci Oil

Acquista ora: organico Vincitore del test dell'olio d'oliva dalla Toscana

Vincitori di premi e riconoscimenti per l'Olio Extravergine d'oliva toscano

Tutti i coltivatori di cui sopra hanno ricevuto numerosi premi e riconoscimenti per i loro oli biologici, alcuni dei quali per la produzione di biologici, in diverse importanti competizioni nazionali e internazionali. Molti hanno un alto punteggio nella guida Flos Olei specializzata sull'extravergine e nella famosissima guida Gambero Rosso

Oli d'oliva toscani con sigillo IGP e DOP

Analogamente ai vini e altri alimenti come il prosciutto di Parma, esistono anche denominazioni di origine protetta dell'UE per l'olio extravergine di oliva, con cui i produttori garantiscono la qualità e l'origine dei loro prodotti:

Da un lato la "Denominazione di Origine Protetta" (DOP) riconoscibile dal sigillo D.O.P. rosso-giallo: significa che tutte le fasi della produzione, dalla coltivazione alla trasformazione, all'imbottigliamento vengono effettuate in una particolare area geografica e vengono eseguite secondo una procedura certificata.

DOP olio d'oliva Toscana BARDI CARRAIA

In secondo luogo, la "Indicazione Geografica Protetta IGP": con questo è sufficiente che solo una delle tre fasi si svolga in una determinata regione di origine. È riconoscibile dal sigillo IGP blu e giallo.

In Toscana ci sono sei denominazioni di origine per l'olio d'oliva. Oltre alla frase completa Toscano IGP premiata per l'Extra Vergine da tutta la regione, sono cinque più strette dichiarazioni di origine:

  • Toscano IGP Colline di Arezzo per l'area intorno ad Arezzo nella parte orientale della regione,
  • Toscano IGP Colline di Firenze per l'area intorno a Firenze nel nord-est,
  • Toscano IGP Colline della Lunigiana per l'area di Massa e Carrara nel nord-ovest,
  • Toscano IGP Montalbano per la provincia di Pistoia nel nord,
  • Toscano IGP Monti Pisani per l'area a est della città di Pisa.

Gli oli d'oliva delle regioni d'origine citate differiscono in termini di colore, odore e sapore, in particolare il fruttato.